Banner

lunedì 18 febbraio 2013

Terza Vittoria esterna stagionale



Torna dalla Capitale con un’importante vittoria la Pallamano Vasto; ieri nell’ultima giornata di andata del Campionato di Serie B di Pallamano, i vastesi affrontavano la ASD Tiburtina, in un match molto importante, perché con i 3 punti conquistati, si assestano al 4° posto in classifica, con tutti gli scontri diretti da giocare in casa nel girone di ritorno. Missione compiuta quindi per i ragazzi di Mister Bevilacqua e Mister Marinucci, che ora possono programmare queste due settimane di allenamenti in cui per la squadra vastese non ci saranno match in quanto questa settimana c’è la pausa del campionato, mentre la prossima, quindi la prima giornata di ritorno, gli abruzzesi osserveranno il turno di riposo per poi affrontare, sempre a Roma, i veterani della Roma Handball. Partita dai due volti, quella di ieri per la Pallamano Vasto, in quanto nel primo tempo si è vista la netta superiorità del team abruzzese, con il punteggio, a termine della prima frazione di 15-5 per Ricciuti e compagni; nella ripresa, complice la stanchezza per il viaggio, complice la carenza di allenamento, la formazione capitolina cercava di recuperare lo svantaggio, ma invano, fino a fine gara, chiusasi sul punteggio di 17-26.
Per la formazione vastese, si tratta del 4° successo stagionale, un risultato frutto di un miracolo o quasi fatto dalla società, visto che questa squadra si allena pagando il campo della Palestra dei Salesiani a spese di giocatori e dirigenti, non avendo strutture adeguate per allenarsi a dovere; infatti i ragazzi della Pallamano Vasto, si allenano solo per tre ore a settimana, alla Palestra dei Salesiani, pagandosi il campo con i propri soldi, visto che le istituzioni locali, a differenza di altre società che non hanno il problema di autofinanziarsi le strutture dove potersi allenare e le trasferte, non hanno dato modo alla storica società vastese di poter usufruire di strutture adeguate alle necessità di una squadra che lotta per poter salire in Serie A2; questa mancanza di strutture idonee alla pratica della pallamano agonistica, porta anche un altro problema: la mancanza di un settore giovanile, per permettere ai ragazzini che vogliono fare questo bellissimo sport, di allenarsi a dovere; “Purtroppo abbiamo solo pochi allenamenti a settimana, per un ora al giorno, alla palestra dei Salesiani, che ringraziamo in quanto ci ha fatto un prezzo di favore per il pagamento del campo, visto che ci alleniamo 3 volte a settimana, tutte le settimane; noi siamo costretti a pagarci il campo per poter giocare e poterci allenare come si deve; quest’anno stiamo facendo miracoli, senza una struttura adatta ad allenarci bene come si deve, siamo al 4° posto in classifica, stiamo lottando con squadre molto più attrezzate di noi, con strutture dedicate solo alla pratica della Pallamano, e dove possono allenarsi con tranquillità; quindi pensate dove potevamo essere a questo punto della stagione se potevamo allenarci con serenità!” cosi il capitano Alessio Ricciuti, che difende il sacrosanto diritto della sua squadra di potersi allenare in una struttura idonea “certo, ringraziamo i Salesiani che ci permettono di allenarci, anche se a spese nostre, presso il loro campo, ma è una struttura privata, quindi è doveroso pagare; noi vogliamo solamente allenarci come si deve; siamo 4i in classifica a metà stagione, e con 3 ore di allenamento a settimana; lo sport è allenamento, bisogna allenarsi sempre, le squadre che competono con noi si allenano dalle 8 alle 10 ore settimanali, quindi noi stiamo facendo letteralmente miracoli; speriamo che qualcuno, a livello istituzionale ci venga incontro e ci aiuti a risolvere questo problema importantissimo! Ma veniamo alla partita; ieri abbiamo dominato il primo tempo, abbiamo giocato tranquilli, facendo le cose necessarie, senza affrettarci in attacco, riflettendo e giocando con la testa e il punteggio alla fine della del primo tempo ne è la dimostrazione: 15-5 per noi!; nel secondo tempo siamo calati, come era prevedibile visti i problemi che ho accennato poco fa; infatti la squadra capitolina, ha rimontato, fino al meno 5 al 20° minuto del secondo tempo, noi, grazie alla nostra maggiore esperienza abbiamo mantenuto le distanze fino a chiudere sul 17-26 finale; è stata la partita dei nostri giovani, Stefano Ialacci, Vlad Munteanu e Alessandro Pitturelli che hanno giocato gran parte del match senza sfigurare e giocando bene; in più vorrei ricordare anche il ritorno in squadra di Luca Verardi, anche lui ha giocato una gran parte del match; queste sono le partite dove i nostri giovani devono giocare e devono crescere, e l’hanno fatto bene, bravi a loro da parte mia e da parte della squadra, devono continuare così!”

Ora la Pallamano Vasto avrà due settimane di tempo per preparare la sfida alla Roma Handball, sempre a Roma il 10 Marzo, partita importantissima per Ricciuti e compagni, per poter salire sempre di più in classifica.